Ègloga

La campagna, nei miei ricordi, è sempre stata qualcosa di totalmente estraneo all’idillio.

I miei ricordi, e le immagini che a questi si connettono, inoltre, si sono nutriti dei racconti di mia madre, di mio padre, e di quelli di qualche nostra vecchia zia.

La campagna era luogo di fatiche, di costante trasformazione, in cui la vita sbocciava puntuale ogni anno, con forme e profumi sempre da scoprire, da ri-conoscere costantemente.

In una parola, la campagna nei miei ricordi, era un luogo di cura e impegno costante: un giardino che donava di tutto, fuorché illusioni.

Nel mio immaginario di giovane cittadino che correva verso il Terzo Millennio, la campagna era un organismo che andava costantemente indirizzato, nutrito perfino, per dare frutti di inimmaginabile bellezza, oltre che di primaria necessità.

Le estati, nei miei ricordi, erano quegli istanti concitati in cui si bruciano le ore spensierate lungo il fiume, fuori e dentro l’acqua, il sapore dei primi baci e l’odore intenso degli animali, tra le spine  dei roveti da esplorare. Sempre in cerca di qualcosa di nuovo; sempre a caccia della medesima emozione, sui sassi roventi o sull’erba fresca e ordinata delle marcite. E poi il lavoro, grazie al quale si scopriva il significato delle cose, la loro difficoltà, la loro durezza, e la loro coincidenza con le parole che servivano ad identificarle.

La campagna, nei miei ricordi, forse artefatti e influenzati dal fascino di un luogo vivo, coincideva con l’esperienza, con i piedi profumati d’erba e le mani sempre sporche, con una cultura che è inseparabile dal fare e dal sentire.

La fatica, la sua drastica continuità, certo, ma anche l’indicibilità, l’irriducibilità  delle emozioni più fugaci.                                                                                                                                                                                                                                                           

AtelierTransito©2012

La Campagna

197320_263823853740102_352789476_n

© AtelierTransito

 © AtelierTransito

© AtelierTransito

© AtelierTransito

 © AtelierTransito

© AtelierTransito

Anselm Kiefer Anigredo

goldhair

Anselm Kiefer goldhair

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...