MOTHER

Dal Paesaggio del Corpo al Corpo del Paesaggio*

PROCEDIMENTO/PROCESS/诉讼
  • PRENDETE UNA FOTOGRAFIA DI NUDO FEMMINILE O MASCHILE / TAKE A PHOTOGRAPH OF NUDE FEMALE OR MALE /拍摄夜间女性或男性的照片
  • RIPASSATELA CON SOFTWARE PER LA VETTORIALIZZAZIONE DELLE IMMAGINI/TREATMENT WITH SOFTWARE FOR IMAGE VECTORIALISATION/用于图像矢量化的软件处理
  • PRENDETE IN CONSIDERAZIONE I SOLI CONTORNI/TAKE ON THE ONLY CONTOURS/ 接受唯一的轮廓
  • ADEGUATE MORFOLOFIA E INTENSITA DEI CONTORNI, ANCHE CON PIU’ PASSAGGI/ADAPTED MOIRFOLOFIA AND INTENSITY OF THE SURFACES, EVEN WITH MORE PASSAGES/适应形态和表面的强度也有更多的通道
  • L’IMMAGINE E’ PRONTA A SUBIRE MODIFICHE E INTERVENTI FINALI E PERSONALIZZATI…A QUESTO PUNTO SBIZZARRITEVI/THE IMAGE IS READY TO SUBJECT CHANGES AND FINAL AND CUSTOMIZED INTERVENTIONS … AT THIS POINT HOOK ‘EM/图像准备好进行更改,最终和定制的干预……在这一点上

   

DIMENSIONI/ DIMENSIONS/尺寸

*“Si potrebbe vedere nell’uomo contemporaneo una profonda lacerazione: da una parte vorrebbe ‘migliorare’ il mondo e l’uomo nel mondo tramite una progettazione razionale e finalistica di interventi emendativi; dall’altra vorrebbe conservare il patrimonio ereditato di sentimenti, emozioni e capacità che l’uomo com’è oggi custodisce in sé e sente profondamente connaturato. La chirurgia plastica è esemplificativa a riguardo. Nata come pratica emendativa, cioè finalizzata a ripristinare una morfologia, dalla metà degli anni Settanta lo statuto della chirurgia plastica si modifica in modo radicale, passando dalla funzione emendativa a quella progettuale: il paziente non deve più solo ripristinare l’integrità ma semplicemente desidera modificare il proprio corpo per aderire a particolari canoni morfologici. Volendo passare dal paesaggio del corpo al “corpo del paesaggio”, vale a dire alle pratiche proiettive sul landscape , possiamo mettere in conto procedimenti che oscillano tra un’attitudine emendativa volta alla rinuncia, alla limitazione,alla parsimonia, e una progettuale, volta alla ricerca di una sorta di accrescimento delle funzioni e dei poteri della natura stessa, come abbiamo accennato”[1]

[1] Pierluigi Nicolin, Paesaggi e infrastrutture / Landscapes and Infrastructures, in Lotus International 139 (2009).

© AtelierTransito 2018

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...