RAUMPLAN DA PIOPPETO

RDP_01_imm_06.01     RAUMPLAN DA PIOPPETO # in visu

301220122430      RAUMPLAN DA PIOPPETO # in situ (pt. 1). Installazioni spontanee invadono la pianura

coll6 - Copia      RAUMPLAN da PIOPPETO _ in situ_#2_ Installazioni paesaggistiche in movimento

 IMG_1664 lavorato home RAUMPLAN da PIOPPETO _ in situ_#3_ Installazioni Paesaggistiche Involontarie

Raumplan da Pioppeto.

Strategia per la salvaguardia e la valorizzazione del territorio agricolo

Raumplan da Pioppeto (RadaP) è un progetto-manifesto, una proposta dalle accentuate valenze ecologiche e paesaggistiche.

RadaP rappresenta una proposta di conservazione inventiva del territorio agricolo, insieme all’ideazione di forme innovative per la sua fruizione e valorizzazione, che vanno nella direzione di una responsabilità individuale della cura e della manutenzione di questi luoghi.                                                                                                                                                                                                                                                                         Il progetto costantemente  in progress si compone di due parti, la prima # in visu (di carattere teoretico), la seconda # in situ (di carattere esemplificativo).

Non è difficile, attraversando anche solo con l’immaginazione questo progetto, immedesimarsi con Cosimo Piovasco di Rondò, protagonista del Barone Rampante di Calvino, che con la sua scelta di andare a vivere sugli alberi, delinea nuove modalità di vita e soprattutto nuovi punti di vista da cui osservare il paesaggio, come metafora del mondo intero.

Basato su interventi impercettibili e dispersi, sostenibili ed effimeri, il progetto invita ad assecondare la natura del contesto, i suoi elementi concreti – il suo assetto e le sue caratteristiche morfologiche – e il suo significato collettivo e individuale, suggerendoci, inoltre, la via per raggiungere la consapevolezza di un luogo.

L’elemento base del progetto è l’appezzamento coltivato a pioppeto che, grazie alla sua naturale articolazione e diffusione, fin negli interstizi del paesaggio agricolo, diviene il tramite di valenze progettuali diversificate. E’ un progetto che invita le persone a riappropriarsi di un contesto spesso abbandonato e considerato lontano. Il camminare, la lentezza, l’immersione esperienziale sono i principali atteggiamenti che questo progetto invita a sviluppare negli utenti.

Queste caratteristiche, insieme alla costante presenza dell’uomo, sono il veicolo per la ri-generazione di una responsabilità della cura e di una cultura della manutenzione. Atteggiamenti indispensabili, crediamo, per la valorizzazione e la conservazione del paesaggio agricolo, del suo valore altamente collettivo e delle scelte condivise che la gestione di questa dimensione comporta nella società contemporanea.

 RadaP si esprime attraverso un’architettura dell’assenza, percorrendo la via dei piccoli progetti, piuttosto che quella dei grandi progetti iconici. Un’architettura light: reversibile e leggera, minimale e sostenibile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...